DSpace

Digital.CSIC > Humanidades y Ciencias Sociales > Institución Milá y Fontanals (IMF) > (IMF) Artículos >

Open Access item Da Accettanti a Setantí: il processo di integrazione di una famiglia

Authors:Soldani, Maria Elisa
Keywords:Lucca, Corona d’Aragona, Mercanti, Integrazione, Promozione sociale, Famiglia
Issue Date:2005
Publisher:Edizioni Ets
Citation:Per Marco Tangheroni. Studi su Pisa e sul Mediterraneo medievale offerti dai suoi ultimi allievi, a cura di C. Iannella: 209-233 (2005)
Abstract:Gli uomini d’affari toscani che giunsero a Barcellona nel corso del XV secolo vennero accolti dalla comunità dei cittadini in maniera differenziata a seconda dei casi e delle circostanze. Le ragioni della partenza dalla madrepatria, lo status sociale, così come la concezione della propria permanenza nella città comitale influenzavano l’immagine che l’universitas e le istituzioni avevano dei gruppi e dei singoli, favorendone l’ospitalità o il rigetto. Le strategie di integrazione economica, sociale e politica delle singole famiglie modulavano in maniera fondamentale la percezione dei nuovi gruppi che, acquisita la cittadinanza ufficiale per i propri componenti, giungevano a far dimenticare l’origine per godere a pieno titolo dei diritti riservati ai cittadini di Barcellona e ai sudditi della Corona d’Aragona. In questa sede prenderemo in esame il processo di integrazione e naturalizzazione di una famiglia di origine lucchese nella società barcellonese del XV secolo. Il passaggio da straniero a cittadino era un processo articolato e fortemente dipendente dal mutare delle condizioni dell’individuo e dei percorsi familiari. Per alcuni membri di questa famiglia avvenne attraverso un iter complesso fatto di strategie patrimoniali e matrimoniali intrecciate con un’attenta gestione delle relazioni col potere, che si concluse con un completo inserimento economico, sociale e politico: gli Accettanti, il cui cognome venne presto catalanizzato in Setantí, divennero una delle famiglie principali della nobiltà catalana.
URI:http://hdl.handle.net/10261/34650
ISSN:88-467-1456-3
Appears in Collections:(IMF) Artículos

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.